+39 051 6951379

Estate Castellana – (R)estate all’aperto, a Castello!

Un’estate all’aperto fatta delle più svariate attività. È prossimo a partire il programma dell’Estate Castellana 2020 che l’Amministrazione comunale e l’associazione turistica Pro Loco hanno ideato per il mese di luglio. Un programma pensato al tempo stesso per saziare la voglia di ritrovarsi, sempre nel rispetto delle misure di sicurezza vigenti, e anche per ricominciare: ricominciare con la cultura, i libri, le camminate, la musica, lo svago, il teatro, le cene e le degustazioni dei sapori e dei prodotti tipici castellani.

Un progetto fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale, che mette al centro cibo e cultura, utilizzando in particolare gli spazi all’aperto del territorio, con l’obiettivo di sostenere i ristoratori e le attività che sono state penalizzate nel periodo dell’emergenza sanitaria Covid-19.

«Conclusa la fase più intensa della pandemia, stiamo lavorando per la ripartire come sistema economico ed istituzionale ancora più forti e uniti di prima – sottolinea il sindaco Fausto Tinti –. Questo progetto è una delle azioni che abbiamo studiato e messo in campo per sostenere le attività del nostro territorio che sono state duramente colpite dall’attuale crisi economico-finanziaria causata dall’emergenza sanitaria Covid-19». 

L’intento è quello di creare una sinergia tra gli esercizi di ristorazione e gli esercizi commerciali del territorio, per promuovere le eccellenze castellane, coinvolgendo la cittadinanza e i visitatori alla (ri)scoperta del capoluogo, delle frazioni e delle nostre tipicità. 

Il progetto si svilupperà nei mesi di luglio e agosto con due diverse modalità: eventi all’interno dei ristoranti del territorio e camminate nelle frazioni (Montecalderaro, Varignana, Liano e Poggio).

L’Estate Castellana parte ufficialmente giovedì 2 luglio al ristorante Gastarea di viale Terme con una serata dedicata all’arte (e alla professione) della fotografia, con il fotografo della MotoGP Mirco Lazzari e lo storico fotoreporter della Formula Uno Angelo Orsi.
Sabato 4 spazio al movimento fisico leggero, con la camminata contadina fra storia, tradizioni agricole e frutti della terra a Poggio, cinque chilometri seguiti da un pranzo contadino.
Mercoledì 8 guest star è Alberto Forchielli, autore, economista e commentatore televisivo. In scena, sempre al ristorante Gestarea, la prima presentazione del libro C’è Alberto Forchielli, adesso sono cavoli nostri (Bacchilega Editore), in collaborazione con Officina Passo Passo, Bacchilega Cooperativa di Giornalisti e libreria Atlantide.
Giovedì 9 lo Zenzero Blu ospita la sfilata di moda dal titolo Color fashion night a cura di EB Abbigliamento, Equipe Vittorio e Alchimie d’epoca.
Venerdì 10 spazio alla musica co il rhythm’n’blues e il boogie woogie dei Marini and the olive presso il ristorante Il Giardino.
Sabato 11 si cammina al tramonto tra i calanchi e le colline di Varignana, per otto chilometri al calar del sole. A seguire la cena presso il ristorante La Terantiga.
Giovedì 16 la Torretta ospita la sfilata di moda a cura di Galletti Abbigliamento.
Sabato 18 di nuovo a piedi, questa volta a Liano tra Montecastellazzo e i suoi calanchi, per tre chilometri con finale gustoso presso l’Osteria da Cesare all’ora dell’aperitivo.
Lunedì 20 Lagosteria ospita lo spettacolo dell’Officina Sant’Ermanno.
Giovedì 30 al Golf Club Le Fonti la Dinner flower singer and author night, in collaborazione con Frida’s Italian Flower Stores e Bacchilega Editore, presenta l’intrattenimento musicale di Aurora e culturale con L’ultima notte del Carnevale estivo di Gianluca Morozzi e Paolo Alberti.
Il programma di luglio sconfina in agosto, sabato 1, per l’ultimo appuntamento in programma con il percorso Le Fontane del Saliente e la degustazione a chilometro zero presso l’Azienda Agricola La Costa.

Tutti gli appuntamenti del programma dell’Estate Castellana 2020 sono soggetti a un numero limitato di posti e quindi a prenotazione obbligatoria. Per informazioni è possibile contattate l’associazione turistica Pro Loco Castel San Pietro Terme al numero 0516951379.

Accanto al programma dell’Estate Castellana c’è anche quello di Arena Estate: Arena-programma2020-ok

Ecco i nuovi orari di apertura degli uffici Proloco e Ica!

 

UFFICIO ASSOCIAZIONE TURISTICA PRO LOCO #CSPT:

DAL LUNEDI’ AL VENERDI’ DALLE ORE 9.00 ALLE 12.30 – CHIUSO IL SABATO FINO AL 15/08/2020 COMPRESO

 

UFFICIO ICA AFFISSIONI, PUBBLICITA’ TEMPORANEA E PERMANENTE (ORARI IN VIGORE dal 1° GIUGNO al 31 AGOSTO 2020):

LUNEDI’/MERCOLEDI’/VENERDI’ DALLE ORE 9.00 ALLE 12.30

 

SCARICA GLI ORARI: Orari di apertura ufficio

I nuovi orari di apertura degli uffici Proloco e Ica, dal 1 giugno!

UFFICIO ASS. TUR. PRO LOCO: DAL LUNEDI’ AL SABATO DALLE ORE 9.00 ALLE 12.30

UFFICIO ICA – Affissioni, pubblicità temporanea e permanente: LUNEDI’/MERCOLEDI’/VENERDI’ DALLE ORE 9.00 ALLE 12.30 (dal 1 giugno al 31 agosto)

 

 

L’Associazione Turistica Pro Loco Castel San Pietro Terme vi dà appuntamento al prossimo 30 agosto con il mercato “Castro Antiquarium”. In questo momento difficile e delicato legato all’emergenza sanitaria Covid-19, l’Associazione ha scelto di annullare la data di maggio del mercato nel rispetto dei visitatori e dei volontari che si mettono a disposizione per la città.
Ripartiremo ad agosto più forti di prima!
Qui il calendario con le date (sono valide quelle da agosto): castroantiquarium vol 2020 A5.

Arte al passare; una mostra visibile nelle prossime settimane all’ex stazione delle corriere di Castel San Pietro Terme.

Si tratta di “Luce e colore” di Giuliana Baroncini.

La pittrice Giuliana Baroncini, castellana, è stata anche insegnante di scuola elementare (classe 1946), diplomata all’accademia privata “Bolognese” in tecniche grafiche e illustrative. Cessata l’attività di insegnante, da diversi anni si dedica all’arte, allestendo mostre personali recensite dalla critica di Mauro Donini, Pepitaspinelli Di Tarsia, Lucio Violi, Tiziano Fusella, , Sergio Gentilini, Enrico Miglioli (ultima esposizione presso la galleria S. Isaia di Bologna con la quale è tutt’ora in stretta collaborazione come artista in permanenza, in occasione del 45° anno di fondazione della galleria). Numerosi i premi e i riconoscimenti in varie manifestazioni artistiche.Si è dedicata anche all’illustrazione di libri per ragazzi. Vive e opera a Castel San Pietro Terme (BO).

Un assaggio “digitale”.

Nuovi orari di ricevimento per il contenimento della diffusione del virus Covid-19, a partire dal 4 maggio 2020.

Associazione Turistica Pro Loco di Castel San Pietro Terme. Il servizio si effettua solo in modalità di lavoro agile da remoto (dal lunedì al venerdì h. 9.00-12.30). Per qualunque richiesta e comunicazione telefonare al 347.5922451 o scrivere alla mail: info@prolococastelsanpietroterme.it.

Ufficio ICA – Affissioni e pubblicità. Giornate di apertura ufficio ICA – Via Ugo Bassi 19: lunedì/mercoledì/venerdì h. 9.00-12.30. Per prenotazione spazi di affissione e comunicazioni telefonare al 051.6951379 o al 347.5922451 o scrivere alla mail: ica@prolococastelsanpietroterme.it.

SCARICA GLI ORARI: Nuovi orari di ricevimento Covid-19

Proloco #CSPT, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, l’associazione Terra Storia Memoria e l’Anpi, propone oggi una passeggiata virtuale sui luoghi della memoria della Liberazione d’Italia, non diversamente possibile a causa dell’emergenza sanitaria in corso che impone misure restrittive in qualche modo simili a quelle in vigore durante l’oppressione nazi-fascista.
Chi se lo fosse perso, qui trova il video dedicato alla Liberazione di Castel San Pietro Terme del 17 aprile.
Buon 25 aprile a tutti!

Mai come quest’anno, oppressi dal nemico invisibile che è il Covid-19, è importante celebrare il settantacinquesimo anniversario della Liberazione di Castel San Pietro Terme dall’oppressione nazi-fascista, avvenuta il 17 aprile 1945.

Nell’impossibilità di riunirsi per celebrare una data così fortemente sentita per tutto il nostro territorio, l’associazione Pro Loco Castel San Pietro Terme, con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale, dell’associazione Terra Storia Memoria e di Anpi, propone una passeggiata virtuale sui luoghi della memoria del 17 aprile.

Buona Liberazione a tutti!

 

Nel rispetto delle prescrizioni nazionali e regionali, ricordiamo che l’Ufficio Associazione Turistica Pro Loco di Castel San Pietro Terme e l’Ufficio ICA Affissioni e Pubblicità sono operativi solo in modalità di lavoro agile da remoto. 

Per informazioni, chiarimenti o quant’altro potete contattarci ai seguenti indirizzi mail:

info@prolococastelsanpietroterme.it

ica@prolococastelsanpietroterme.it

nonché al numero 347.5922451 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.30.

Ricordiamo che le pubbliche affissioni sono sospese fino al 3 maggio compreso, fatta eccezione per quelle istituzionali e/o con carattere di necessità (es. funebri, ecc).

La Chiesa del Crocifisso è uno dei più bei monumenti di Castel San Pietro: posto nel centro della città, con linee architettoniche solenni e armoniose, affiancato da uno splendido campanile che dà bellezza maestosa a tutto il complesso architettonico. Dal 1629, ogni quinta domenica di Quaresima, si tiene nel santuario la Festa del Crocifisso che ogni anno richiama migliaia di fedeli. Quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria in atto, la parrocchia ha deciso di trasmettere la cerimonia in streaming sulla pagina YouTube “Parrocchia Santa Maria Maggiore Castel San Pietro Terme”: https://www.youtube.com/channel/UCK9nx_YX0jabMQ__LU-uRIw

Di seguito qualche informazione sul Crocifisso e la la sua festa, dagli archivi della parrocchia.

Dalla metà del 1700 il Santuario del Crocifisso è al centro della vita della città, cuore pulsante della comunità cristiana e civile, custode di quella immagine del Crocifisso che dalla fine del 1500 è stata donata alla parrocchia e da allora è oggetto di preghiera e venerazione. Di questa immagine si parla già nelle cronache di Castel San Pietro nel 1543: fu donato alla “Compagnia del Santissimo”. All’inizio fu ospitata in un piccolo oratorio, vicino alla chiesa parrocchiale, poi per darvi una più degna collocazione fu costruita la Chiesa del Crocifisso proprio per ospitare la venerata immagine. Fin dal 1629 l’immagine del Crocifisso veniva portata in solenne processione nella 5° Domenica di Quaresima; questa processione, la più partecipata di tutto l’anno, ha continuato ininterrottamente fino ad oggi, sempre nella stessa Domenica.

Nel 1708 iniziarono i pellegrinaggi a Loreto portando l’immagine del Crocifisso; il primo è così descritto:
“…ai 21 di aprile del detto anno trentasei Confratelli del Santissimo per la prima volta intrapresero il Pellegrinaggio a Loreto -a piedi- col loro venerabile Crocifisso chiuso in una apposita cassa… dopo 13 giorni i pellegrini fecero ritorno”. Si trattò di una pellegrinaggio penitenziale per ottenere la guarigione dalla peste che allora infieriva nelle zone.