+39 051 6951379

Torrione Montagnola

Delle vecchie mura e delle strutture difensive che circondavano il paese, costruite in sostituzione del fossato con palizzata che inizialmente definivano il castrum, oggi rimangono solamente poche testimonianze storiche. Si sa che fu attorno al 1400 quando venivano edificate nella loro forma più imponente, con un camminamento che portava direttamente all’interno della Rocca Grande ubicata ove è attualmente il Municipio.

I resti odierni della cinta muraria sono rappresentati da uno dei torrioni situato a est del Cassero, in piazza Garibaldi, da un tratto di mura lungo via Castelfidardo e lungo il Sillaro e dai resti di un altro torrione, situato  nel vertice sud est della cinta muraria.

La nobile famiglia Locatelli, che aveva il palazzo nei pressi e che ne prese la proprietà, lo ristrutturò  e alzò nel 1637 facendole assumere  le caratteristiche di una torre rotonda.

La costruzione, chiamata torre Locatelli o della Montagnola durò, come abitazione, fino all’inverno 1944-45 quando  fu distrutta dai tedeschi come tutte le costruzioni rivolte verso il Sillaro. Il troncone rimasto fu poi completamente  demolito nell’immediato dopoguerra per limiti evidenti nella cultura storica e della tutela del tempo.